L’atto vandalico alla sede del Pd di Campolongo è un segno preoccupante di un clima di odio che influisce sulla partecipazione democratica e su una società che avrebbe bisogno di confronto e di ritornare all’ascolto e al dialogo attraverso le diverse organizzazioni sociali dai partiti, ai movimenti, alle associazioni.campolongo

Non è accettabile la violenza e in questo caso va condannato un gesto intimidatorio verso coloro che in modo volontario giornalmente si dedicano al loro paese.

Esprimiamo solidarietà al circolo di Campolongo e continueremo a condannare qualsiasi forma di odio verso istituzioni, partiti, persone. Rifiutiamo qualsiasi violenza sia che si esprima con atti vergognosi come questo, sia che emerga con linguaggi che troppo spesso nascondono voglia di rivendicazione e di demolire la diversità ed un’irresponsabilità umana non accettabile.

Purtroppo, inoltre, non è un caso isolato, ma si aggiunge ad altri episodi analoghi accaduti nell’ultimo anno contro le sedi del PD.

Gigliola Scatolin, Alessandra Moretti, Bruno Pigozzo e Francesca Zottis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *