Dopo i proclami in campagna elettorale di non aumentare le tasse, Zaia applica l’addizionale IRPEF per coprire le spese della Superstrada Pedemontana. Per anni aveva sostenuto che l’opera si sarebbe pagata da sola tramite il project financing, oggi scopriamo che i veneti con redditi superiori a 28.000€ pagheranno mediamente 500€ in più all’anno per finanziarla. Con l’ulteriore beffa che se la utilizzeranno dovranno pedemontpagarla due volte attraverso il pedaggio. Nel frattempo le imprese e gli espropriati sono ancora in attesa di essere pagati, i cantieri sono in corso senza chiarezza sulla fine dei lavori e i Comuni coinvolti nel processo stanno vedendo venir meno i progetti di condivisione dell’opera.
Il Presidente Zaia dovrà spiegare il motivo per cui ha avvalorato prima come esponente di Giunta e poi come Presidente un progetto non sostenibile mentre ora il tutto viene caricato sulle spalle dei cittadini veneti coinvolti e non dall’opera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *